Home    Casa prefabbricata: conviene davvero?

La casa prefabbricata rappresenta una soluzione ideale per avere a disposizione un appartamento, molto spesso si parla di villetta, ad un costo molto più moderato rispetto a quello per una soluzione tradizionale che riesca a rientrare completamente nei desideri di tutti data la sua propensione ad essere estremamente personalizzabile già prima della sua costruzione. Nell’Europa settentrionale questo tipo di alloggio è già ampiamente scelto riuscendo ad ottenere il massimo da questo prodotto. E’ importante ricordare però che costruire una casa del genere non significa poter saltare le leggi che regolano l’urbanistica poiché è possibile usufruire di questa soluzione unicamente andando a rispettare una serie di regolarmente che andremo a vedere tra poco proseguendo questo argomento. Vi sono quindi due indubbi vantaggi che da questa soluzione possono scaturire: il risparmio di denaro e la possibilità di scegliere dal terreno per la costruzione fino alle varie rifiniture. Per concludere questa parte introduttiva è necessario tenere presente che anche l’arredamento di queste abitazioni dev’essere in linea con il particolare stile per non rischiare di creare degli errori che potrebbero creare delle noie in termini di resa.

Casa prefabbricata: conosciamole meglio

Essendo l’Italia un paese basato sui mattoni per molto tempo abbiamo pensato che le case prefabbricate fossero instabili e poco sicure ma le cose stanno cambiando velocemente. Nel corso degli anni questa credenza si è sempre di più affievolita tanto da portare ad un sempre maggiore successo di questa soluzione poiché, tra le altre cose, riescono ad offrire una grande forza di assorbimento delle scosse di terremoto e questa caratteristica potrebbe essere molto importante in un paese come il nostro a grande rischio terremoto. Un altro elemento che va a favore di chi vuole scegliere questa soluzione sta nella grande offerta di prodotti che il mercato può offrire riuscendo a garantire una scelta più consapevole. Si deve tenere presente inoltre che non si sta parlando di strutture create in serie cioè tutti uguali ma ognuno di questi ha non solo finiture ma anche caratteristiche di pregio, naturalmente è chiaro che questo è un elemento che potrebbe far lievitare non di poco i costi quindi è importante ricordare che scelte poco ponderate potrebbero mettere in grave pericolo il proprio bilancio con tutto ciò che ne deriva.

Come scegliere il terreno per edificare la propria casa prefabbricata?

Dopo aver avuto preventivi magari con le personalizzazioni opportune sarà necessario scegliere il terreno migliore in modo da poter ottenere qualcosa di più dalla propria abitazione. Si deve tenere presente che il terreno da usare per la costruzione della propria abitazione deve possedere delle caratteristiche ben precise, scopriamole insieme:

  • deve essere dichiarato terreno edificabile;
  • essere in possesso della Licenza Singola;
  • non vi sia alcun vincolo pendente sul terreno sia esso ambientale, paesaggistico e legale.

Per poter ottenere questi documenti è necessario rivolgersi presso l’Ufficio Tecnico del comune di appartenenza in modo da poter procedere con la propria operazione senza particolari problematiche poiché da questo documento è possibile determinare non solo la possibilità di edificare il terreno ma anche la volumetria del futuro edificio quindi poter prendere le misure in tutta sicurezza ed i vari vincoli imposti dal Piano Regolatore. E’ importante inoltre tenere presente che vi sono una serie di analisi geologiche, queste devono essere effettuate prima dell’acquista del fondo, per andare a determinare la pendenza del territorio, se sono o meno presenti nelle vicinanze di fiumi e corsi d’acqua, se è presente un reale rischio di smottamento ed infine se ai confini del proprio lotto arrivano i servizi essenziali come l’acqua, l’elettricità ed il gas in modo da poter ottenere l’allaccio al futuro appartamento. Il progetto deve essere redatto da un architetto, geometra ed ingegnere iscritto all’albo che dovrà presentarlo al comune che dovrà analizzarlo.

Quali sono i modelli principali di case prefabbricate?

Attualmente la casa prefabbricata possiede una serie di caratteristiche anche se, parlando di materiali da costruzione, è possibile reperirla in cemento armato, legno e muratura. Ciò significa che questo tipo di immobile può adattarsi molto bene a qualsiasi gusto e condizione climatica e geologica. Le case prefabbricate in cemento sono, per esempio, sicuri per ciò che concernono terremoti ed eventi di questo tipo. Le case in legno possono essere in pannelli coibentati di laminato oppure quelle composte da una struttura in legno massiccio con pannelli coibentati abbelliti con intonaco oppure vernice perlinata. Un altro elemento interessante di queste case sta nella velocità di costruzione, tra i due ed i tre mesi, garantita dal fatto che tutti i pezzi della struttura vengono costruiti in fabbrica.

Articolo visto su: notiziarioimmobiliare.it (“Casa prefabbricata: conviene davvero?“)

15 Visualizzazioni

Articoli Correlati

Fotovoltaico: perché conviene?

Riqualificazione energetica: come ottenerla?

Ecobonus su beni merci e strumentali

Lascia un Commento